Logo Audiocostruzioni VENDITA ON LINE

Oggi è 01/11/2020, 2:28


Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: posizionamento tubo reflex
MessaggioInviato: 26/02/2007, 17:02 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 11/10/2006, 14:33
Messaggi: 2054
Località: La Spezia
ciao
volevo porre una domanda le cui risposte potranno essere utili in futuro ai novizi come me......

che differenze ci sono nel posizionamento del reflex?
nel senso cosa cambia se lo si mette
davanti...dove sta l'altoparlante
dietro...dietro al megnete per intenderci
sotto....che guarda verso il terreno
....
credo sia una domanda utile....che mi toglierà un po di dubbi a me e che potrebbe toglierli a molti altri
ciao

_________________
good vibrations a tutti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 17:32 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2006, 23:45
Messaggi: 2413
Località: Boves
ho sempre letto che non ci dovrebbe essere differenza, ma...

mi sono posto la tua stessa domanda e ho ragionato su un fatto.
una linea di trasmissione ,non è un caricamento reflex molto allungato con ap e condotto agli estremi?
i sistemi TQTW (non ricordo mai la sigla...spero sia giusta) non sono caricamenti reflex molto particolari con l'ap collocato ad una distanza specifica tra condotto ed estremo opposto del carico?

riflettendo su questo e sul fatto che si usano modelli diversi per modellizzare i diversi caricamenti, mi verrebbe da dire che entro certi limiti la dislocazione del condotto e dell'ap non dovrebbe influire, a meno di non ricadere in qualche caso particolare o di avvicinarcisi abbastanza...

pensa che proprio qualche giorno da volevo aprire un thread molto simile, poi temendo che ne uscisse un discorso troppo complesso, ho desitito.

fortuna che l'hai fatto tu, così posso chiarirmi le idee anche io!

ciao,
fab0

_________________
da neofita cosciente,
always IMHO :)
fabio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 17:42 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 11/10/2006, 14:33
Messaggi: 2054
Località: La Spezia
ciao
si anche io ho letto in giro che non dovrebbero esserci differenze.....
però il dubbio rimane


io credo che i reflex posti dietro alle casse (che mi pare siano piu frequentemente usati nei minidiffusori)serva a sfruttare la riflessione diretta del basso verso il muro....e cio fa sembrare la cassa piu grande di quello che è.....

verso il pavimento discorso analogo....

ma adesso mi viene da pensare una cosa....
di solito il basso rimbombato nell'ambiente con i metodi ipotizzati sopra risulta piu sporco di quello ottenbile mettendo il tubo davanti....e quindi (salvo girare le casse verso il muro)dovrebbe risultare un basso piu reale di quanto le casse emettono....

queste sono solo supposizioni....
ciao

_________________
good vibrations a tutti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 17:58 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2006, 23:45
Messaggi: 2413
Località: Boves
c'è da dire che l'emissione del condotto è già di suo pareccio "in ritardo" rispetto a quella del cono.
se la facciamo rimbalzare contro il muro (o pavimento) per poi farla andare al punto di ascolto credo che lo sfacamento effettivo tra ap e condotto sia di qualche giorno :)

ciao,
fab0

_________________
da neofita cosciente,
always IMHO :)
fabio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 18:07 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 19/11/2005, 16:52
Messaggi: 1982
Località: Lecco
No no fermi...

innanzitutto reflex e linea di trasmissione sono due caricamenti diversi. Non si può considarare una linea di trasmissione come un reflex con l'ap ad un estremo...

Secondo grande errore: non è assolutamente vero che l'emissione dal condotto reflex è in ritardo con quella diretta. Alla frequenza di accordo sono in fase.
La riflessione con la parete posteriore è vero che introduce ritardo ma a certe frequenze la rotazione di fase è di 360°, quindi l'onda riflessa si somma in fase con quella diretta...
Ad altre frequenze invece il ritardo comporta uno sfasamento di +/-180° gradi e quindi l'onda riflessa si sottrae a quella diretta.

La riflessione con la parete di fondo viene "sfruttata" volontariamente o no in qualsiasi diffusore e ha un certo effetto in bassa frequenza.

Nel dominio delle frequenze non ha molto senso parlare di ritardo, conviene parlare di sfasamento.

Ciao

_________________
Do It Yourself! 8)

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 18:13 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 11/10/2006, 14:33
Messaggi: 2054
Località: La Spezia
lucaluk ha scritto:
No no fermi...

innanzitutto reflex e linea di trasmissione sono due caricamenti diversi. Non si può considarare una linea di trasmissione come un reflex con l'ap ad un estremo...

Secondo grande errore: non è assolutamente vero che l'emissione dal condotto reflex è in ritardo con quella diretta. Alla frequenza di accordo sono in fase.
La riflessione con la parete posteriore è vero che introduce ritardo ma a certe frequenze la rotazione di fase è di 360°, quindi l'onda riflessa si somma in fase con quella diretta...
Ad altre frequenze invece il ritardo comporta uno sfasamento di +/-180° gradi e quindi l'onda riflessa si sottrae a quella diretta.

La riflessione con la parete di fondo viene "sfruttata" volontariamente o no in qualsiasi diffusore e ha un certo effetto in bassa frequenza.

Nel dominio delle frequenze non ha molto senso parlare di ritardo, conviene parlare di sfasamento.

Ciao




si è vero che la riflessione contro la parete posteriore la sfruttano tutti i sub....ma c'è anche da dire che c'è differenza tra un sub girato verso l'ascoltatore e uno girato verso la parete....



io non ho ancora capito una cosa...o meglio forse l'ho capita.ma mi manca qualcosa.....
se il nei sistemi reflex alla frequenza di accordo l'onda che esce dal tuboè in fase con quella dell'ap allora alle altre frequenza c'è per forza uno sfasamento....sbaglio?
e quindi come è possibile che un sub caricato in reflex abbia un rendimento lineare su tutta la gamma di freq che gli competono?
ciao

_________________
good vibrations a tutti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 19:23 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 19/11/2005, 16:52
Messaggi: 1982
Località: Lecco
Al di sotto della fs l'emissione è in controfase mentre al disopra della fs l'emissione è in fase. Non ne sono certo ma dovrebbe essere più o meno così...
Allego un disegno con i vari contributi in un reflex. In blu l'emissione totale, in nero quella diretta del woofer e in azzurrino quella del tubo reflex.


Immagine

Ciao

_________________
Do It Yourself! 8)

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 19:42 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2006, 23:45
Messaggi: 2413
Località: Boves
per caso riesci a generare ungrafico simile con le fasi anzichè con le emissioni?

P.S.
posso chiederti che sw è quello che hai usato?


fab0

_________________
da neofita cosciente,
always IMHO :)
fabio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 19:58 
Utente molto fedele
Utente molto fedele

Iscritto il: 28/10/2005, 13:10
Messaggi: 797
Località: genova
io sono portato a pensare che non ci siano grosse differenze nel posizionamento dello sbocco del tubo reflex.
Le onde acustiche relative alle frequenze di accordo dei tubi sono lunghe diversi metri, spostare di qualche decina di cm lo sbocco non cambia nulla.
Nel caso di posizionamento sul fondo del diffusore si ha un rinforzo della emissione del tubo dovuto al "teorico" dimezzamento dell'angolo solido su cui emette. Teoricamente queste frequenze dovrebbero essere enfatizzate di 3 dB, in pratica sono stati misurati 1-1,5 dB in più rispetto ad un classico posizionamento frontale.
Nel caso di sbocco posteriore, se i diffusori sono posizionati a pochi cm dalla parete posteriore, vale il discorso precedente.
Se invece il posizionamento del diffusore è corretto (cioè un po distanziato dalle pareti) non dovrebbe cambiare molto rispetto alla posizione frontale.
Spesso nei piccoli diffusori si preferisce questa soluzione perchè l'emissione dal tubo reflex contiene componenti di frequenza mediobassa che, nel caso di posizionamento frontale andrebbero a "sporcare" la gamma media emessa direttamente dal cono.
giorgio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 26/02/2007, 22:11 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 19/11/2005, 16:52
Messaggi: 1982
Località: Lecco
fab0 ha scritto:
per caso riesci a generare ungrafico simile con le fasi anzichè con le emissioni?

P.S.
posso chiederti che sw è quello che hai usato?

fab0


X la fase ci provo... Il SW si chiama "Unibox407", molto bello e completo, lo uso insieme a WinisdPro.

X il discorso posizionamento tubo la penso un pò come same, non dovrebbe cambiare molto, almeno per accordi tipici intorno a 30-50Hz dove la lunghezza d'onda è intorno ai 10m cosa vuoi che cambi spostare l'emissione di decine di cm?

Ciao

_________________
Do It Yourself! 8)

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/02/2007, 11:06 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 19/11/2005, 16:52
Messaggi: 1982
Località: Lecco
fab0 ha scritto:
per caso riesci a generare ungrafico simile con le fasi anzichè con le emissioni?


No, la fase è resa disponibile solo per l'emissione complessiva, per quella diretta e del condotto reflex c'è solo il modulo...

Ciao

EDIT: tanto per fare chiarezza sulla differenza tra reflex e TL:

Il reflex è un risonatore di Helmoltz, quindi un risonatore puro accordato a una certa frequenza che dipende dal volume del tubo, il volume della cassa e la lunghezza del tubo. L'analogo elettrico è un circuito RLC accordato di tipo passa-banda. In pratica la sua funzione è quella di "assorbire" dall'interno una certa frequenza (quella di accordo) e rimandarla in uscita in fase con l'emissione diretta.

La linea di trasmissione è una linea di trasmissione! :D E' del tutto equivalente alle linee di trasmissione (o meglio guide d'onda) utilizzate con le microonde. In sostanza in una TL l'onda si propaga con la propria velocità più o meno come in spazio aperto, la differenza è solo che è confinata. In base alla lunghezza della linea e alla freq. dell'onda, all'uscita della linea l'emissione potrà essere in fase con l'emissione diretta del driver. Alla freq. di accordo l'emissione della linea è in fase col woofer. La differenza rispetto al reflex è che la coincidenza di fase è periodica, cioè se la linea è accordata a fs, ci sarà accordo anche a multipli di fs.

_________________
Do It Yourself! 8)

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/02/2007, 15:45 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 02/10/2006, 23:45
Messaggi: 2413
Località: Boves
ho provato il sw.. molto potente! grazie.


riguardo al discorso del thread, forse non mi sono spiegato bene..
io volevo dire che a seconda di come vogliamo fare una cassa scegliamo di simuarla secondo un certo modello matematico che cerca di approssimare il più correttamnte possibile la risposta del box, con i parametri che noi volgiamo.
però a pensareci bene, ci sono determiati caricamenti che , visti con un occhio diverso, possono mostrare delle caratteristiche simili al un altro caricamento. forse l'esempio più apparente è la somiglianza tra la cassa chiusa e la linea di trasmissione senza apertura.
uno potrebbe pensare che non ha importanza la forma del volume della cassa chiusa ed in effetti lo è, a meno di non ricadere in un caso particolare in cui il volume risulta molto allungato. inquesto caso il modello della cassa chiusa non rispecchia più molto bene la realtàe meglio si adatta la TL chiusa.
lo stesso identico si può fare con il reflex e la linea di trasmissione normale (cioè aperta).

per puro caso ieri ho visto che in unibox407, nella zona del reflex c'è un'opzione simile a "considera risonanza porta". bene, provate ad abilitarla e ditemi se la rispsota non assomiglia a quella di una tl...

il tutto per dire che la posizione del tubo di accordo non influenza la risposta, ma la influenza :D
dipende dai casi..

ciao,fab0

_________________
da neofita cosciente,
always IMHO :)
fabio


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/02/2007, 18:28 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 19/11/2005, 16:52
Messaggi: 1982
Località: Lecco
fab0 ha scritto:
per puro caso ieri ho visto che in unibox407, nella zona del reflex c'è un'opzione simile a "considera risonanza porta". bene, provate ad abilitarla e ditemi se la rispsota non assomiglia a quella di una tl...



Non ho ben capito il tuo discorso nè dove vuoi arrivare, ti ripeto però che reflex e TL sono due cose ben diverse e sono descritte da modelli fisici ben diversi, anche se a volte i risultati visti dall'esterno possono sembrare simili.
Cioè, non puoi prendere una TL aperta e simularla come se fosse un reflex con una lunghezza pari alla linea e una sezione pari a quella della linea. Otterresti un risultato totalmente fuorviante.
Così come esistono TL chiuse che non possono essere approssimate come delle casse chiuse (vedi le famose nautilus a chiocciola).

Per quanto riguarda le risonanze multiple del reflex, lì hai ragione. In effetti il tubo reflex è anche una una TL molto corta oltre che un risonatore. Quindi come effetto PURAMENTE SECONDARIO fa apparire i picchi periodici tipici delle TL. Ma ciò solo perchè il tubo reflex non è un risonatore puro ideale ma ha come elemento parassita una TL.
Ma questo non vuol dire che puoi considerare il reflex come una TL!

Ciao

_________________
Do It Yourself! 8)

Luca


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/02/2007, 18:56 
Utente VIP
Utente VIP
Avatar utente

Iscritto il: 11/10/2006, 14:33
Messaggi: 2054
Località: La Spezia
ciao
non avevo affatto pensato che se l'accordo è basso le lunghezze d'onda delle freq emesse sono molto molto lunghe....
ok quindi non ci dovrebbero essere differenze mettendo il tubo sotto...almeno nella carta...
ciao

_________________
good vibrations a tutti


Top
Non connesso Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 27/02/2007, 19:07 
Utente molto fedele
Utente molto fedele

Iscritto il: 28/10/2005, 13:10
Messaggi: 797
Località: genova
Damiano ha scritto:
ciao
non avevo affatto pensato che se l'accordo è basso le lunghezze d'onda delle freq emesse sono molto molto lunghe....
ok quindi non ci dovrebbero essere differenze mettendo il tubo sotto...almeno nella carta...
ciao


Se metti il tubo sotto (cioè che emette verso il pavimento) tieni presente quello che ho postato in precedenza..
giorgio


Top
Non connesso Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 18 messaggi ]  Moderatori: andreabertoglio, Maramao Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Theme created StylerBB.net
Traduzione Italiana phpBB.it