Autocostruzione
Piedini a costo zero


Di cosa si tratta: Piedini x elettroniche "leggere"

DESCRIZIONE:
Da tre contenitori a colonna x CD vergini ho recuperato l'interno, quindi a costo quasi zero, eliminando il coperchio in plastica trasparente; alla sommità della colonnina dove si impilano i CD c'è una cavità semisferica che io ho allargato e poi levigato il più possibile onde ottenere un alloggiamento atto a contenere una biglia di acciaio, recuperata da un cuscinetto, reperita a costo zero presso un vecchio meccanico riparatore di bicicli. Ho poi provveduto ad ungere con una mezza goccia di olio minerale, per limitare gli attriti, la cavità stessa e vi ho appoggiato la biglia. Ripetendo per tre volte la semplice oparazione ho ottenuto così tre piedini, con le stesse caratteristiche delle punte coniche, ma senza gli inconvenienti dati dalla presenza delle punte stesse, da usare sotto le elettroniche per svincolarle dal ripiano di appoggio. Si possono usare sia con "la punta" rivolta verso il basso che verso l'alto (questa è stata la mia scelta personale), senza timore di danneggiare le superfici. N.B. Da tenere presente: 1) non bisogna esagerare con il peso (insomma non metteteci sopra dei monofonici da 50 kg) per non superare il limite di carico della struttura plastica. Ideali sarebbero sorgenti e preamplificatori, specie se a valvole, nonché amplificatori "umani".(Se gli stessi poi dovessero essere propprio leggerini, allora meglio aggiungere sopra del peso congruo per rendere stabile il contatto con i piedini) 2)L'apparecchio sospeso su tali piedini acquista una sua mobiltà, essendo scorrevole e collegato all'appoggio in soli tre punti. Se la cosa dovesse costituire un problema è sempre possibile incollare o fissare con nastro biadesivo di spessore minimo, sul ripiano o sull'apparecchio, a seconda del verso di uso dei piedini, una rondella con un foro tale da consentire alla biglia uno spostamento di pochi mm . 3) Io ho lasciato intatta la parte di plastica che circonda la colonnina non avendo problemi di spazio e per non indebolire il tutto, ma è sempre possibile tagliarne una larga parte per ridurne l'ingombro.

SCHEDA FOTOGRAFICA:






IMPRESSIONI:
Inutile dire che a costo zero vale la pena di provare questo aggeggio che ha in sé , come dicevo, il vantaggio della punta, ma non lo svantaggio di esser potenzialmente pericoloso per le superfici e di dover essere accompagnato da sottopunte. Gli effetti sono appunto quelli noti; maggior fermezza dell'immagine e pulizia del suono congiunti ad un miglior controllo ed articolazione nell'estremo basso, mentre nelle frequenze medie ed alte si avverte un generalizzato miglioramento, soprattutto nella diminuita "marcatura digitale" del suono. Sarei grato se qualcuno volesse confermare o smentire le mie impressioni, provando a fare un esperimento in tal senso e me ne facesse sapere l'esito inviando la propria opinione alla mail sotto indicata. Telesforo

Articolo di: telesforo mail: telesforococchini@hotmail.it
Ti รจ piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE