Autocostruzione
Cavo segnale "Monade"


Di cosa si tratta: Cavo singolo di segnale a 4 conduttori

DESCRIZIONE:
Avendo trovato presso un fornitore di surplus un cavo che mi sembrava adatto per costruire un cavo di segnale, ne ho ordinati alcuni metrispendendo una quindicina di euro . E' un 4 x AWG 22 OFC argentato, con isolamento e finitura esterna interamente in Teflon ed un diametro complessivo piuttosto ridotto; ho dovuto soltanto terminare i singoli fili: bianco/nero per un canale e rosso/nero per l'altro, con 4 pin placcati oro, isolamento in teflon, serraggio a morsetto del corpo esterno del connettore sul pin di ingresso e, cosa piuttosto inusuale, ma a me gradita, serraggio a vite per entrambi i poli (li ho cquistati da Axiomedia al costo di 10 euro ciascuno); inoltre alle due estremità ho avvolto strettamente un pezzo di cerotto in seta, al fine di smorzare, ove necessario, le vibrazioni indotte da influenze esterne e dalla circolazione degli elettroni. Tale cavo, che, si noti bene, consiste di una sola mandata per i 2 canali, può essere risolutivo negli impianti dove la necessità di connessioni plurime e la conseguente presenza di decine di fili che si accumulano nella parte posteriore dell'impianto, incrociandosi, sovrapponendosi etc, creano spesso conseguenze sul suono che possono variare da un senso di vago fastidio ad una non definibile sensazione di "tappeto di rumore", sino anche ad arrivare alla emissione di ronzio, hum ed altre eclatanti manifestazioni di disturbo nella riproduzione.

SCHEDA FOTOGRAFICA:


IMPRESSIONI:
La caratteristica prevalente di questo cavo è la stessa che si può rilevare guardando il collegamento dietro agli apparecchi : si nota poco. Per un cavo di collegamento di segnale non è poco, esso sembra non voler aggiungere niente di "suo" e perciò sicuramente è neutrale, ma non anonimo; le frequenze sembrano essere trattate tutte alla stessa maniera, senza una prevalenza dell'una sulle altre. La timbrica in generale è corretta, la capacità sia prospettica che dinamica più che buone. Un cavo, questo, che dunque potrebbe non piacere agli amanti dell'iperdefinizione, del dettaglio spinto all' estremo, dell'analisi micrometrica del messaggio sonoro, ma che ha invece buone possibilità di incontrare il gusto di chi ascolta musica e non solo l'impianto.

Articolo di: telesforo mail: telesforococchini@hotmail.it
Ti รจ piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE