Autocostruzione
finale dual mono


Di cosa si tratta: finale di potenza autocostruito su base k8060 Velleman

DESCRIZIONE:
Ciao,un saluto ed un in bocca al lupo per questa terra che continua a tremare.... Mi chiamo Emiliano e sono da sempre appassionato di suono e fai da te, finora mi sono limitato nel godere di tutti i lavori, frutto del genio appassionato, che sono presentati nel tuo sito, guai non esistesse!vorrei ora mostrare con un po'di orgoglio paterno l'ultimo lavoro finito di fresco. Trattasi di finale di potenza a componenti discreti dual mono in unico cabinet,l'amplificazione e' affidata a due moduli k8060 Velleman,aquistati da Futura elettronica di Gallarate(VA),due moduli v-meter a led artigianali,dei quali ringrazio mio suocero Paolo,inseriti frontalmente,un modulo antibump k4700 sempre Velleman,stessa fonte dei finali come i grossi toroidali da 30+30volt. I vari kit si assemblano senza problemi,ho ritenuto di aggiungere capacita' di filtro all'alimentazione dei due k8060 mediante il parallelo di otto elettrolitici di qualita' alloggiati su quattro basette montate lateralmente ai moduli e mantenendo breve la giunzione con gli stessi,la capacita'totale e'ora di 12000 microfarad per ramo.L'alimentazione e'totalmente dual mono dall'interruttore in poi,il resto delle utenze ( v-meter)e'affidato ad un trasformatore toroidale da 60va che serve una uscita a 12v stabilizzati che alimenteranno il futuro "diciamo" controller.Il k4700 dispone gia' di trasformatore e alimentatore su stampato ;tutta l'alimentazione dell' AMP3(non ho fantasia per i nomi dei miei lavori)occupa la superficie maggiore del mobile e risulta totalmente schermata grazie a profili e lamierine metalliche,protetta da fusibili dedicati,connettori ed accessori di media qualita provengono per lo piu' da fiere e da recuperi vari,il cablaggio e' generoso in sezione e di buona qualita'(Audison). Il mobile e'costituito dai coperchi sup.ed inf.di abete da 2cm che si vincolano,mediante viti e bulloni da sotto, ad un telaio di multistato da 4cm(nel pannello frontale sono state create delle fresature per contenere le schede dei v-meter ,la retroilluminazione del policarbonato inciso che fa da frontalino con logo e scritte),posteriormente scavato per i connettori ,sui due lati il telaio di multistrato si interrompe per l'inserimento dei dissipatori,frontalmente un pannellino da 4 mm sempre in multistrato chiude al suo posto il policarbonato ed incornicia gli strumenti .Il mobile e' stato carteggiato a mano con grane fino alla 400 ,dipinto in due tonalita':il telaio nero pianoforte grazie a tre mani di nero acrilico e sei mani di finitura lucida per parquet alla nitro con il rullino,ogni due mani di lucido una leggera cartegiattura mentre le due coperture impregnate mogano e finite con la medesima modalita'.sotto ho realizzato dei simpatici e solidi piedoni con dei dischi di legno, superiormente,una generosa presa d'aria protetta da griglietta custom ed il mio logo inciso nell'alluminio (grazie a Mirco ed alla sua cnc,avete presente "quel gran genio del mio amico" come cantava Battisti...ecco Mirco).

SCHEDA FOTOGRAFICA:


















IMPRESSIONI:
Beh,in tutta onesta',avrei gia' voglia di cominciare altro,non fosse per il tempo libero che latita sempre piu',i costi ..che di questi tempi impongono le spese hobbies sempre piu'diluite,comunque,e' talmente tanta la voglia di aggiungere il succitato controller(sara' un commutatore ingressi,controllo volume,crossover attivo a due vie,ecco a cosa serve il 12v out),che nell'intento separera'il finale medio alte (questo che presento)a proposito dati di targa: 70w rms su 8ohm,thd 0,02% a 1khz/10w ..dal finale basse freq.(di cui ho gia' realizzato gli stadi finali ma mi manca l'alimentazione)che e' molto simile per tipologia progettuale e realizzazione a questo . Il sistema pilotera'le mie ammiraglie,che in foto non si vedono,solo perche'non ho loro foto nel pc ,che per tipologia sono delle tre vie a torre con componentistica Infinity e bi o triamplificabili. L'ascolto..dunque ho portato in casa questo pomeriggio l'amp3,sessione di collegamento e ascolto(a banda intera su altri diffusori,sempre di mia produzione,ma di tipologia differente) di un'oretta max,quindi poco ed in condizioni comunque diverse da quelle prefigurate,ho solamente provato un paragone con l'integrato fidato ma commerciale in mio possesso cioe' Marantz pm 45 per altro tweakkato, di analoga potenza,e confermo ottime doti di erogazione in corrente,niente code in basso,buon microcontrasto e notevole capacita' nei passaggi impegnativi con picchi tipici della sinfonica e della musica per corale,oltre a questo non vorrei aggiungere incenso(ogni scarrafone ecc.) ma nel complesso sono piuttosto contento del suono ,confermandomi la bonta'dei kit Velleman(ne ho gia'sperimentati altri in passato,sempre con ottimi risultati)che danno la possibilita' a chiunque con volonta'voglia sperimentare questo stupendo mondo pur senza studi specifici in progettazione elettronica. L'aspetto estetico soddisfa il mio gusto per il legno.grazie e tanti auguri ancora...

Articolo di: Emiliano Mocchetto mail: labartson@gmail.com
Ti รจ piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE