Autocostruzione
ECLECTA BM1


Di cosa si tratta: DIFFUSORI A TROMBA AUTOCOSTRUITI

DESCRIZIONE:
ECLECTA BM 1 ------------ Il progetto Eclecta BM1 nasce dall'esigenza,o meglio, dal desiderio di formare un sistema audio basato su ampli valvolare a triodi 300B SE da 10 w/ch, autocostruito su progetto dell'Ing. Chiappetta. Amplificatore di un certo pregio ma, purtroppo, inadatto a far esprimere al meglio diffusori come le Delta R5 di R.Giussani o le piccole Rogers 3/5a (+sub) in mio possesso. Deciso per un sistema a tromba/alta efficenza e basandomi sugli scritti di Paolo Viappiani, ho iniziato a sperimentare in questo senso per piu' di un anno approdando,infine, a questo sistema che, alla luce di un risultato assai appagante, ho battezzato Eclecta in onore alla sua capacita' di adattamento ad ogni situzione ambientale grazie alle possibilita'di gestione pressoche' infinite . Il sistema , costruito ed assemblato in toto dal sottoscritto ( legni compresi) e' un 3 vie costituito da Trombe totalmente separate e gestibili singolarmente, a seconda delle proprie esigenze, + 2 casse in mono per i bassi ( un woofer puro ed un sub che lavora sino ad una trentina di Hz) pilotati separatamente dai 2 canali di uno stato solido di notevole potenza e filtrati da un cross digitale. Quasi una multiamplificazione attiva,quindi. La sezione trombe, pilotata dall'ampli a triodi, e' costituita da un supertweeter Fostex T90A in aria libera, un mid ScanSpeak D3806 inserito in una tractrix in massello Tanganica tornito dal pieno e del diam. frontale di 22 cm,un mid-basso Fostex FE208E da 97db W/m caricato anch'esso da una tractrix dalle dimensioni frontali di 90 x 90 cm. di lato e profonde 60 cm. (gola interna 16 x 16 cm.),in compensato di betulla. Il tutto senza cavita' frontale, causa di eccessiva nasalita' malgrado l'efficenza maggiore. Le unita' bassi, costituite da due casse da 35 Lt.cad. utilizzano un Ciare HW250, in sospensione pneumatica, per il basso ed un Peerless XXls da 10" caricato da un passivo posteriore (Peerless 10"dedicato ) a formare un reflex controllato. La possibilita' di muovere e posizionare ogni componente (adottando,logicamente, supporti dall'altezza necessaria ad ogni specifica situazione) conferisce al tutto una notevole versatilita' ed una possibilita' di fine-tuning sconosciuta a buona parte dei diffusori a tromba in circolazione. Il costo sostenuto e'di circa 1500 euro per gli altoparlanti (compresi i WF)e componentistica varia,circa 150 euro di legni , una quidicina di giorni di lavoro pieno e tanta,tanta buona volonta' e pazienza. Mi farebbe molto piacere se qualche altro autocostruttore, con esperienza nel settore trombe, mi contattasse per eventuali scambi di opinioni e consigli. In ogni caso ,mi permetto di pubblicare le impressioni d'ascolto chieste ad un amico,recensore per la rivista "AudiophileSound". Descrizione Impianto: Sorgente : Pc Windows7,mediamente ottimizzato - Foobar 2000 in modalita' KernelStreaming - Interfaccia USB asincrona Musiland 01 - Behringer DEQ2496 come DAC ( eventualmente anche EQ) Cross digitale Behringer DCX2496, tagliato a 100Hz sul diffusore del basso ed a 50Hz sul sub, con una pendenza di 18db/oct . Parte Trombe: Preampli SRPP su progetto B.Aloia e Finale SE 300B "Krypton300" di F.Chiappetta. In alternativa Behringer EP4000, senza uso di pre. Parte Bassi : diretto dal Cross - Behringer EP2500 da 500 W/ch. Beppe Martore

SCHEDA FOTOGRAFICA:
















IMPRESSIONI:
Ascoltato in mansarda (6m x 13m, altezza al vertice 3,50 m., altezza minima 80 cm.alle estremita') e posizionato come da foto, l'impianto rivela una non indifferente neutralita', abbinata ad un effetto dinamico di un certo impatto ed un soundstage ampio, profondo e dal dettaglio ben delineato e non privo di una piacevole, udibilissima, ariosita'e dolcezza. Malgrado le dimensioni, i diffusori, se proprio non scompaiono,cercano di mostrarsi il meno possibile ,apparendo come due mobiloni staticamente inerti. La cosa che piu' colpisce ,pero',e' l'estrema facilita' con la quale si riesce a seguire ogni piu' piccolo passaggio, come se gli strumenti suonassero,si, tutti assieme ma, al tempo stesso, uno per volta ,cosi da coglierne l'individualita', l'espressione,il ritmo ed il passo , estraendoli da tutto il resto,senza alcuno sforzo. Distorsione udibile vicina allo zero assoluto e totale assenza di fatica di ascolto, grazie ai ,quasi, 103 db di efficenza complessiva, che permettono ascolti a volumi pressoche' live ,con ogni tipo di musica. Chiaramente da ascoltare ad una certa distanza per ottenere l'effetto migliore,puo' dare grandi soddisfazioni anche se ascoltato a distanza ravvicinata , pagando lo scotto di una piu' marcata stereofonicita' e presenza delle casse, previa distribuzione adeguata dei componenti da effettuare ad orecchio o, meglio ancora, con il supporto di un qualche strumento di misura. Collegando la sezione trombe ad un ampli solid-state si avverte un chiaro aumento della dinamica, del dettaglio e, soprattutto, della velocita',a scapito di una lieve perdita di eufonica dolcezza ,conferitagli dal triodone. Piero Grassano

Articolo di: Beppe Martore e Piero Grassano mail: martoregiuseppe@hotmail.com
Ti รจ piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE