Autocostruzione
La sala dei miei sogni


Di cosa si tratta: Casse anteriori da pavimento, canale centrale e sub

DESCRIZIONE:
Da appassionato di musica che sono, ho deciso di realizzare in casa un impianto audio-video che potesse soddisfare pienamente i miei gusti. Premetto che mi sono avvicinato agli impianti audio qualche anno fà, quando ho conosciuto un noto installatore hi-fi car di un paesino marittimo in toscana. Da quì è nata, o meglio maturata la mia passione per l'ascolto di musica a alto livello. Il tutto è nato perchè praticamente non utilizzando più l'auto per spostarmi, non riuscivo più ad ascoltare la musica come piaceva a me e come ormai ero abituato a sentirla. Così ho deciso di smontare tutto l'impianto che avevo in auto e, di riutilizzare gli altoparlanti per realizzarmi un impianto audio video a casa visto che fino ad ora usavo il mio sintoamplificatore Soni con i satellitini originali e un subettino amplificato di serie. Visto che non ho mai fatto nulla del genere dapprima, mi sono messo alla ricerca di informazioni, progetti, tecniche di lavorazione e segreti sù come poterle realizzarle, così girellando per la rete, prendendo spunto da vari progetti Ciare e non solo, forum di falegnami e i consigli di questo mio amico e di XANDER (quì sul forum), il quale mi ha aiutato nella realizzazione del sub, ho deciso di buttarmi a capofitto in quest'impresa. Per i canali frontali ho preso spunto da questo progetto in spensione pneunatica http://www.autocostruire.it/modules.php?name=News&file=article&sid=80 utilizzando però come ho detto prima gli AP che avevo a disposizione: - tweeter RES micro 25; - medio RES 100 FVN; - woofer HERTZ HV165L. Per il canale centrale ho preso spunto da un progetto ciare per il dimensionamneto del box, ma anche quì ho sostituito gli AP con quelli già in possesso: - tweeter HERTZ HT25 - woofer CORAL (non ricordo il modello). anche questo l'ho realizzato in sospensione pneumatica anzichè relex. Tutte le casse sono realizzate in MDF da 19 mm. tranne sulla parte frontale dove ho utilizzato un sandwich da 16 + 5 mm. perchè non avendo a disposizione una fresa per realizzare gli scassi per gli AP non ho fatto altro che fare un buco più piccolo per il fissaggio dell'AP e uno più grande per portarlo a filo. Il tutto è stato montato con colla vinilica e viti per tenere stetti i pannelli tra loro, alla fine i buchi delle viti sono stati stuccati e carteggiatio per farli sparire e irrobustire comunque il tutto. Per la finitura, le casse sono state impiallacciate con essenza tanganika incollata con del bostik. Una volta asciutte sono state tinte con 3 mani di impregnante all'acqua color noce, lo stesso colore dei mobili che ho in salone. Una volta asciutato il colore sono state passate 3 mani di turapori all'acqua e tanto olio di gomito per scartavetrare il tutto tra una mano e l'altra, fino a rendere liscia la superfice trattata. Infine ho passato 3 mani di finitura satinata, di quella che si usa per il parquet per rendere la superficie più dura e resistense ad eventuali graffi. Il sub è stato realizzato misurando i paramentri T&S dell'AP (un Master Audio da 320 mm. di cui non si sapeva gnente) grazie all'amico XANDER, e in base a questi è stata progettata la cassa reflex. Anch'essa in MDF da 19 mm tranne sul frontale dove ho utilizzato un sandwich da 19 + 19 mm per lo scasso dell'AP. La cassa è stata coibentata al suo interno con la spugna bugnata da 30 mm. e rinforzata con stecche di legno a collegare le pareti opposte. Il sub è amplificato attaverso il modulo della Ciare YSA 300 (300 W RMS)il quale è stato inserito in un vano a lui dedicato e, indipendente da quello nel quale suona l'AP. Anche la cassa del sub è rifinita con la stessa tecnica delle altre. Per la realizzazione dei piedini ho utilizzato dei bulloni in ottone ciechi, così da poter avere anche una regolazione in altezza per evitare dondolamenti dovute alle diverse altezze delle mattonelle del pavimento. Essendo gli AP di derivazione car e quindi da 4 ohm i due woofer sono messi in serie tra loro, sia sulle torri che sul canale centrale, mentre il medio e il tweeter RES delle torri sono stati attenuati con delle resistenze in serie prima del filtro per allineare i livelli di emissione altrimentri, urlavano a tal punto da coprire addirittura i woofer. Sul canale centrale non ho avuto questo problema, in quanto ho usato 2 tweeter messi in serie.

SCHEDA FOTOGRAFICA:




















IMPRESSIONI:
Dopo l'attenuazione della medio alta devo dire che suonano veramente bene, con un basso secco e presente, una medio alta cristallina e dettagliata. Il sub fà letteralmente tremare le pareti e i bicchieri nella vetrina del mio vicino di casa, tanto che sono costretto a tenere il livello dell'amplificatore a circa un quarto. Per concludere posso dire che essendo il mio primo progetto di autocostruzione a avendo utilizzato altoparlanti riciclati, sono davvero soddisfatto del risultato ottenuto. Un grazie a tutti quelli che mi hanno aiutato a al sig. Sbisà per questo bellissimo sito.

Articolo di: Cristiano mail: cristianohomer@gmail.com
Ti รจ piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE