Autocostruzione
Cavo alim.ne schermato


Di cosa si tratta: Cavo alim.ne ,2 fili x polo,sez.ni diff.ti,schermo singolo x ogni filo,intreccio 2 a 2, e tra loro

DESCRIZIONE:
Si tratta di un cavo che si propone di accoppiare ad un buon rendimento elettrico, una elevata flessibilità, spesso sacrificata al gigantismo dei cavi speciali. Per arrivare al risultato prefissatomi ho preso spunto dalla geometria adottata dai cavi di alim.ne Crystal cable power cord. Dunque ho preso circa 4+4 m. di ottimo cavo di alim.ne di rame bipolare,i cui fili, con isolante di tipo gommoso, morbido e particolarmente flessibile, sono di sezione differente, di 1 e 1,5 mm2, onde meglio distribuire i moti vibrazionali del cavo stesso (1,5 euro al metro) con ciò ottenendo anche di contenere le dimensioni finali del cavo, pur mantenendo una più che adeguata capacità in termini di tenuta in tensione e corrente; li ho rivestiti singolarmente con una schermatura in treccia di rame stagnato, ricavata da un filo microfonico appositamente sacrificato (1/2 euro al m, a seconda della qualità della treccia schermante) ricoprendo poi ognuno dei fili schermati con teflon ad alto spessore, intrecciando a due a due i poli opposti, di differente sezione, con un passo non troppo ravvicinato ed infine intrecciando tra loro le due trecce ottenute in modo da ricavarne un tubo uniforme, opportunamente sfruttando la complementarità delle superfici.Il tutto , già ben bloccato ad una estremità prima dell'intreccio viene ricoperto con calza tubolare sintetica grigia e terminato con spina iec vde 10A, in un primo momento, ma poi sostituita dall' iec vde trasparente commercializata da Davide,robusta e di ottima fattura,da una parte, collegando a due a due i poli uguali delle due trecce, e spina schuko Palazzoli in gomma butilica ( 9 Euro) dall'altro, collegando solo alla terra di quest'ultima la schermatura ( ma altri preferiscono collegarla dalla parte dell' apparecchiatura) che invece all'altra estermità deve essere tagliata ed isolata accuratamente. Sul cavo terminato in prossimità della spina IEC jo agiunto un anello di ferrita a morsetto, rivestito all'interno con una striscia di blue tack, ottenendo una certa azione smorzante oltre che filtrante.

SCHEDA FOTOGRAFICA:




IMPRESSIONI:
In effetti mi sembra di avere raggiunto gli obiettivi progettuali: il cavo ha una enorme faciltà ad inserirsi e curvarsi in spazi stretti; mantiene comunque ottime qualità tonali e dinamiche , con un basso piuttosto controllato ma potente e capace di escursioni armoniche fino all'estremo delle gamme senza sforzo apparente, facendo forse meglio del tipo TNT che usavo x il mio CDP Meridian 508; le medie sono scevre da qualsiasi indurimento, anche a volumi sostenuti mentre le sibilanti che mostravano una qualche sottolineatura nelle incisioni con riprese microfoniche ravvicinate sembrano essersi stemperate alquanto,esibendo voci femminili pulite ed emozionanti e maschili profonde e scure all'occorrenza. IL mero costo dei pezzi usati per l'assemblaggio , circa 50 euro, non mi sembra esagerato, anzi decisamente congruo rispetto al risultato sonoro, certamente più che buono, e meccanico, che definirei eccellente. Sempre a disposizione all'indirizzo e-mail di cui sotto.

Articolo di: telesforo mail: telesforococchini@hotmail.it
Ti รจ piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE