Impianti completi
casse bookshelf


Di cosa si tratta: di non essere cacciati da casa

DESCRIZIONE:
Io,come penso tanti con l'amore per la musica e l'HiFi,sono anche innamorato di mimoglie che, come penso tante donne, non sempre condivide le modifiche all'arredamento o accetta diffusori ingombranti. Come si fa in ogni compormesso ho dovuto optare per de altoparlanti da libreria. Per tentare di evitare di far suonare insieme alle casse anche il mobile e la parete posteriore mi sono inventato due tavolette di legno (truciolato impiallicciato) che scorrono l'una sull'altra in modo da estrarre l'altoparlante dalla libreria ed allontanarlo dalla parete poterioe per circa 45cm (foto 1 e 2); le casse sono collegte con tondini di gomma. Ho poi montato due tendine (uguali a quelle dele finestre) dietro al libreria per smorzare il più possibile il riflesso della parete posteriore. Per fortuna la parete anteriore è obliqua (non parallela). L'mpianto è così composto: lettore DV9500 MARANTZ, amplificatore Music Angel MD800III (4KT88SED, 2AT7Mullard, 2AX7 JJ), csse Sonus Faber Concertino, cavi d pot. YYY, PC Mediacenter CDC, DAC esterno SuperPro 707 USB. Per il resto è dedicato all' Audio/Video e non meritevole pertatnto di essere mensionato in tale sede. Altro accorgimento che ho adottato èquello di aver collegato il DAC direttamente all'ampli mediante due connettori RCA/RCA a L (90°), senza cioèl'utilizzo di cavi di segnale.

SCHEDA FOTOGRAFICA:






IMPRESSIONI:
Ovviamnte le critiche ci sono state da parte della moglie ma .... sono ancra a casa. Il suono a mioavviso migliora sufficientemente estraendo le casse in quanto ovviamente avanza il fronte sonoro e dimunuisce nettamente il "risuono" o rimbombo alle frquenze medio-basse. Il piccolo DAC si comporta egregiamente ma solo dopo numerose ore di rodaggio. A proporsito colgo l'occasione per saluatare e ringraziare Davide di questo sito che è una grande opportunità di confronto e fargli anche una domanda: questo famoso rodaggio di cui tutti parliamo per casse, cavi, lettori etc, è veramente il loro rodaggio e riguarda ancor di più "le nostre orecchie", che con il passare del tempo si adattano e colgono i particolari?? Ciao a tutti e buona musica !!!!

Articolo di: Gegè mail: chin9@libero.it
Ti è piaciuto questo articolo? Clicca qui e pubblica anche tu le tue cose!!!
TORNA ALL'INDICE